Toldo: “Taglio stipendi? Il calcio dimostri che ci sono altri valori”

Toldo: “Taglio stipendi? Il calcio dimostri che ci sono altri valori”

L’ex portiere nerazzurro, Francesco Toldo, ha raccontato di come sta affrontando l’emergenza coronavirus.

Nel corso di un’intervista rilasciata a Tuttomercatoweb, l’ex portiere dell’Inter Francesco Toldo ha parlato di come sta vivendo l’emergenza coronavirus.

A tal proposito ha affermato: “I più intelligenti in futuro avranno capito la lezione, altri forse riprenderanno la stessa vita di sempre. Siamo tutti in ansia, attaccati alle notizie della sera per sapere le novità. Ci sono ancora tanti morti ed è veramente dura. Bisogna attenersi alle regole, prendere le precauzioni”.

A proposito della quarantena ha affermato: “Passo le giornate con i ragazzi. La mia compagna Susanna mi ha dato una bambina che ora ha tre mesi, Bianca. Ad ogni sua richiesta siam pronti a muoverci, dal latte alle necessità di cambiarla. Poi faccio un po’ di pulizie in casa e sono ben contento di farle. Guardo la tv, potrei leggere di più ma sono un po’ pigro. Mi piacciono i film divertenti, che danno buon umore o anche quelli di spionaggio”.

Per poi aggiungere: “In questo momento il calcio è l’ultimo dei miei pensieri. Ammiro le decisioni coraggiose come quella del rugby che ha deciso di chiudere la stagione. Non ammiro quelle persone che non dicono per il timore di prendere delle decisioni. Le persone di responsabilità devono uscire allo scoperto. Il rugby ha insegnato che i valori sono altri e io sono d’accordo con loro”.

In merito al taglio di stipendi ha inoltre dichiarato: “Sì, non so quale sia la percentuale fissata ma lo farei. Spero che possa essere una soluzione accettata dai calciatori e che il calcio dimostri che ci sono altri valori”.

Aggiornato il: 29-03-2020