Inter, De Vrij: "La caratteristica che più mi ha aiutato in carriera è la visione di gioco"

Inter, De Vrij: “La caratteristica che più mi ha aiutato in carriera è la visione di gioco”

Ecco quanto dichiarato dal calciatore dell’Inter, Stefan De Vrij, nell’ambito del MatchDay Programme.

Stefan De Vrij si è raccontato alla vigilia del derby di Milano all’interno del MatchDay Programme dell’Inter.

A tal proposito ha dichiarato: “Fin da piccolo tifavo Feyenoord e nel paesino dove vivevo in Olanda abitavano 2-3 giocatori della squadra e quasi ogni settimana andavo a chiedere i loro autografi. Erano Ebi Smolarek e Jerzy Dudek.

Ascolto tanta musica, per concentrarmi prima delle partite mi piace sentire anche quella classica, soprattutto Ludovico Einaudi, è molto bravo e lo stimo molto”.

Ha quindi proseguito: “Se devo scegliere cosa preferisco di più dell’Italia dico il tempo e il cibo. In cima alla lista dei miei piatti preferiti c’è la pasta al pesto. Ho diversi hobbies, ultimamente però mi sto concentrando molto per imparare a suonare il pianoforte, è uno strumento che mi piace molto”.

Per poi aggiungere: “La caratteristica che più mi ha aiutato in carriera è la visione di gioco. Mi ha aiutato anche nel fare qualche gol, per quello è essenziale anche il tempismo”.

Aggiornato il: 15-10-2020